La fabbrica dei cattivi, il ritratto agrodolce di un’altra America

La fabbrica dei cattivi, il ritratto agrodolce di un’altra America

Questa di Diego Agostini è una storia apparentemente paradossale, ma che potrebbe capitare a ognuno di noi: Oggi può capitare a te,domani a me. È così che va la vita. State attenti: è la dimostrazione particolareggiata di come un onesto cittadino può diventare per tutti un cattivo e un criminale. Chiederete, questo capita in un Paese monco dei diritti umani e civili, tipo Cina, Uzbekistan, Corea del Nord. La risposta è disorientante, talmente tanto da sembrare assurda: la fabbrica dei cattivi è negli USA, la patria di Big Jim e dei super-eroi!

Le molecole affettuose del lecca lecca – Francesco Consiglio

In occasione della manifestazione palermitana Una marina di libri, ho avuto modo di conoscere una giovane e interessante casa editrice napoletana, Ad est dell’equatore. Grazie al loro suggerimento, mi sono lasciata tentare da un romanzo piccolo ma davvero particolare. Mai suggerimento fu più gradito…

Entra della mia vita – Clara Sanchez

Alcune settimane fa, Clara Sanchez ha regalato al suo pubblico un nuovo romanzo. Entra nella mia vita è un testo particolare, con molte luci e ombre, che riscatta una prima parte molto lenta con un finale palpitante.