Le piccole bugie del cuore – Gemma Townley

Le piccole bugie del cuore – Gemma Townley

Lo sanno tutti che le bugie hanno le gambe corte e che non vanno lontano neanche quando le fasciamo con dei jeans griffati che le fanno sembrare chilometriche. Lo sa benissimo anche Natalie Raglan che, appena trasferitasi a Londra dalla noiosa Bath, dopo essersi lasciata col fidanzato di sempre, Pete, sta cercando di farsi una nuova vita ricominciando daccapo, con tutto l’entusiasmo di cui è capace.

Allegiant – Veronica Roth

Allegiant – Veronica Roth

Avrei voluto iniziare con una citazione. Ma avrei potuto iniziare anche dalla rivelazione dello sconvolgente finale. Oppure avrei dovuto commentare tutta una serie di passaggi. O semplicemente raccontare il film “Divergent”, uscito nei cinema qualche mese fa. Ho deciso, invece, di partire da un motto: il motto che per tutti e tre i libri ci viene riproposto come pilastro nella costruzione del mondo distopico della Roth: “La fazione prima del sangue!”.

Il corpo non dimentica – Violetta Bellocchio

Il corpo non dimentica – Violetta Bellocchio

Lavare i panni sporchi in pubblico non è mai stato così di moda come adesso. Che siano malattie, disagi familiari o crisi depressive, l’autore in questione sciorina i propri malanni e cerca il consenso del lettore, talvolta anche il suo compatimento, proponendosi come un sopravvissuto alle tempeste della vita. A prima vista, Il corpo non dimentica, sembrerebbe rientrare in questo genere. Solo che, sin dalle prime pagine, ci si rende conto che non è così. È un testo duro, durissimo, e non ci si può permettere di fare i “turisti”, come dice la stessa autrice, nell’inferno altrui.

Ovunque, proteggici: come scegliere di essere padre

Ovunque, proteggici: come scegliere di essere padre

Il romanzo intimistico di Elisa Ruotolo, tra i dodici candidati al Premio Strega 2014, abbaglia per la sua architettura sapiente e mai scontata; sconcerta per la lingua antica ed elegante di un nitore esaltante e fulgido. Una scrittrice che cura così maniacalmente il linguaggio si sente che lo ama appassionatamente e che per lei davvero la parola è tutto: sostanza e forma. Al centro della narrazione il tema dell’identità nelle relazioni familiari, il rapporto padri e figli che, come asserisce il narratore interno Lorenzo Girosa, «il sangue non è niente, non conta. Che non nasciamo figli, padri, fratelli: lo diveniamo. Scegliamo di esserlo, a un certo punto

L’amore in gioco – Callie Wright

L’amore in gioco – Callie Wright

Ambientato nella provincia americana negli anni ’90, L’amore in gioco è un romanzo corale la cui protagonista è una famiglia che inizia a crollare su se stessa nel momento in cui il perno che l’aveva tenuta unita fino a quel momento, Joanie – ‘Nonz’ per la nipote Julia – muore all’improvviso nel sonno. Tutti credevano che se ne sarebbe andato prima suo marito Bob, molto più anziano e malandato, ma alla fine, con un tradimento di cui non deve neanche chiedere scusa, è Joanie ad abbandonare per prima questa terra, lasciando il marito come, al contrario, non aveva mai voluto fare a causa dei continui tradimenti.