Solo me ne vo per la città – Enzo Gaiotto

Solo me ne vo per la città – Enzo Gaiotto

Una madre morente, Annina, e il figlio al suo capezzale. Due giorni e due notti per rivivere, attraverso i ricordi, un lungo percorso che parte dalla Prima guerra mondiale e arriva ai giorni nostri. Enzo Gaiotto scrive un libro intimo e intriso di commozione, nel quale la memoria non costituisce un’immagine sbiadita e romantica, bensì s’impone con prepotenza nella coscienza del protagonista maschile.