La città di sabbia – Laini Taylor

La città di sabbia – Laini Taylor

Laini Taylor è brava, non c’è che dire: non si può che confermarlo con questo suo nuovo romanzo La città di sabbia. Il primo, La chimera di Praga, recensito QUI, è stato un romanzo capace di colpire il lettore per la sua freschezza, per la sua texture colta pur senza pretenziosità, per la capacità di avvincere e la scorrevolezza. Le domande si alimentavano insieme allo svelarsi dei personaggi e l’ironia, la capacità di far ridere con il gergo e la leggerezza delle protagoniste ragazzine stemperavano il tono drammatico della parte puramente fantasy. Ci riesce anche questo secondo episodio della trilogia Daughter of Smoke and Bone? Sostanzialmente sì. Il compito non è facile, perché la Taylor ha dovuto costruire un mondo complesso, che nel primo libro era delineato, ma qui doveva trovare corpo e sostanza.

Laini Taylor reinterpreta la mitologia

Laini Taylor reinterpreta la mitologia

Fra i libri più attesi di questa primavera 2013, c’è il secondo volume della trilogia de La Chimera di Praga di Laini Taylor, La città di sabbia, che uscirà il prossimo 25 aprile.

La chimera di Praga – Laini Taylor

La chimera di Praga – Laini Taylor

La chimera di Praga di Laini Taylor è un romanzo della Fazi Editore che ha fatto molto ben parlare di sé. Che cosa ci si aspetta da un paranormal romance? I lettori avvertiti e convinti sanno di cosa sto parlando. Alcuni forse, ingenui, non vanno verso un libro con precise aspettative, riposte nel comodo alveo del genere. Questi sono forse quelli che in libreria gironzolano finché non sono colpiti da una copertina, da un titolo, da un nome. In quest’ordine. Le lettrici professioniste invece (la maggioranza donne, si sa) sanno bene, ripeto, che cosa aspettarsi: una storia d’amore ambientata in un mondo fantasy, in cui possono esserci vampiri, licantropi, fate, angeli e creature varie. Una sospensione del senso della realtà consente di evadere, di sognare un mondo diverso e, appunto, fantastico, in cui regna l’oscurità o qualche maligno signore, o faide o guerre millenarie o tanti mondi contrapposti che convivono a livello multidimensionale. Questo da parte dei lettori.