Vagabondi Notturni – Woiciech Jagielski

Vagabondi Notturni – Woiciech Jagielski

Arrivano al crepuscolo, alcuni indossano ancora le uniformi scolastiche, altri scalzi e cenciosi stringono al petto coperte di lana oppure pezzi di cartone trovati lungo il cammino. I bambini che giungono a Gulu, nel territorio dell’Uganda, sono come un lento fiume grigio che invade i marciapiedi della città per trovare riparo durante la notte. Ogni sera questi piccoli ripetono la stessa marcia. Non sono pericolosi, vogliono solo avere un luogo sicuro dove poter riposare, lontano dai propri villaggi. Durante il crepuscolo, infatti, i bambini guerriglieri dell’Esercito del signore attaccano tali luoghi devastandoli e rapendo i loro coetanei per arruolarli nelle file dei ribelli.