Queste gioie violente hanno fini violente. Muoiono nel loro trionfo, come la polvere da sparo e il fuoco, che si consumano al primo bacio…
Romeo e Giulietta, atto II, scena VI

Già alla prima scena di New Moon sentiamo che qualcosa di inquietante sta per accadere e che la citazione iniziale tratta dalla tragedia shakespeariana di Romeo e Giulietta non è casuale: è il sogno di Bella, che dopo essersi fatta largo fra le rosse mantelle di Volterra, giunge alla magica radura dove si rispecchia in una donna anziana. Il 13 settembre, compleanno di Bella, possiamo definirlo “l’inizio della fine”. La festa di compleanno a casa Cullen è perfetta, con addobbi, regali meravigliosi, invitati splendidi (ma anche molto pericolosi). Sarà proprio la sete del sangue di Bella che uno dei fratelli di Edward, Jasper, avverte, a infrangere il più forte desiderio di Bella: diventare un vampiro.

Dopo il devastante addio di Edward, Bella cade in una tremenda depressione che durerà 4 mesi. Riuscirà ad uscirne solo grazie a Jacob, il sedicenne licantropo che ha sempre tenuto a lei. Più il tempo passa infatti, più il loro legame si rafforza (Jacob passa notti insonni per difenderla dal vampiro Victoria correndo nella foresta con i suoi fratelli lupi). Bella tuttavia non riesce a dimenticare del tutto Edward (anche a causa delle sue frequenti apparizioni, proprio mentre Bella sta cercando di scrollarsi di dosso quel pensiero fisso, compiendo azioni spericolate). Quando Jacob sembra riuscire ad ottenere finalmente la sua rivincita, ecco che Edward torna improvvisamente nella vita di Bella. Scambiando infatti il suo tuffo dalla scogliera per un suicidio, Edward la crede morta e decide di suicidarsi a sua volta andando in Italia a Volterra a scatenare l’ira dei Volturi. Grazie però al tempestivo intervento di Bella e Alice, si riesce ad evitare la tragedia.

La condizione per cui i Volturi lasciano andare Bella, “l’umana che sa troppo”, non offre a nessuno dei tre protagonisti un happy-ending completo. I Volturi pretendono infatti che alla visita futura l’umana sia un vampiro. Bella vuole di conseguenza diventare come Edward ma lui non vuole, Edward desidera passare l’eternità con lei, ma non ha intenzione di trasformarla in un “mostro” e Jacob, oltre ad essere respinto da Bella, di cui si è preso cura durante la sua depressione, deve decidere se porsi dalla parte della propria famiglia, secondo cui appena uno dei vampiri morde un umano, la tregua è rotta, o difendere la ragazza che ama e opporsi ai suoi fratelli licantropi. Finale che lascia col fiato sospeso, e perfetto per alzare la ‘febbre da Eclipse’ con la battuta conclusiva di Edward “Bella, sposami”.

Nel complesso il film è rimasto abbastanza fedele al libro, alcune scene risultano un po’ deboli (il bacio fra Bella ed Edward dopo l’incidente a casa Cullen è penoso!), altre sembrano vere e proprie pagine del libro (il sogno di Bella, l’improvvisa esplosione di violenza di Jasper, l’addio di Edward nella foresta), ma la maggior parte sono visivamente spettacolari (la trasformazione e il combattimento dei lupi, il tuffo di Bella dalla scogliera, il cambiamento delle stagioni viste dalla finestra di Bella durante la depressione, la foresta come sfondo degli inseguimenti fra i lupi e Victoria) e la ripresa finale della lacrima nell’occhio del lupo rossiccio (Jacob) risulta semplicemente commovente.

Il film, diretto non più da Catherine Hardwicke ma da Chris Weitz, mantiene gli stessi attori, Kristen Stewart per Bella Swan (esteticamente molto più matura rispetto a Twilight), Robert Pattinson per Edward Cullen (che non sembra seguire molto la moda in fatto di vestiti… la sua entrata in scena però, con quel sorriso ‘sghembo’, provoca come sempre l’inevitabile applauso in sala) e Taylor Lautner per Jacob (per il quale sembra finalmente arrivato il momento della gloria, visto che con la sua carnagione ambrata e quel suo fisico super-palestrato offre una validissima concorrenza al diafano e scheletrico Pattinson).

Nota particolarmente positiva anche per la colonna sonora che vede nomi di spicco come i Muse (il gruppo musicale preferito della Meyer), The Killers e Thom Yorke dei Radiohead. Incassi record già nei primi cinque giorni di distribuzione (260 milioni di dollari), mentre le riprese di Eclipse, terzo capitolo della saga, si sono concluse il 30 ottobre in Canada ed è già stata fissata la data d’uscita per il 30 giugno 2010.

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?