Secondo capitolo di una saga Fantasy dai natali tutti italiani, Il risveglio degli obliati ci riporta alle vicende di Finisterra, che avevamo lasciato alla fine del primo capitolo, Le sorgenti del Dumrak, alle soglie di una rivoluzione epocale. Lasciati alle spalle i complessi equilibri politici di Finisterra, troviamo in questo nuovo capitolo più azione e più spazio di espressione per i singoli personaggi, che guadagnano così una propria dimensione e posizione nel mondo fantastico in cui si muovono.

Prima di affrontare la lettura de Il risveglio degli obliati, è di grande aiuto servirsi delle informazioni presenti sul sito, molto curato, che gli autori hanno dedicato alla saga (qui). È infatti possibile rinfrescarsi la memoria, in pochi click, sui dettagli più importanti del vasto mondo di Finisterra, rientrando in contatto con i personaggi chiave della saga, in modo da poter affrontare senza dubbi e senza dover rispolverare Le sorgenti del Dumrak la lettura di questo secondo capitolo. È inoltre possibile rimanere aggiornati su tutte le novità che riguardano Finisterra, acquistare i libri ecc.

Gli XomegaP riescono anche questa volta a mantenere fluido ed omogeneo lo stile narrativo, a dispetto del grande numero di mani che hanno contribuito alla stesura di questa saga. Nonostante ci siano idee e basi narrative nel complesso solide, il romanzo risulta, però, spesso piuttosto pesante e lento: poco coinvolgente e un po’ dispersivo. La divisione della compagnia iniziale in gruppi più piccoli ha ampliato notevolmente la prospettiva, ma i cambi di POV risultano bruschi e dispersivi, inseriti in punti della trama in cui non riescono a svolgere efficacemente il difficile compito di mantenere alti la tensione e il pathos.

Interessante l’evoluzione dei personaggi: mentre alcuni rimangono fedeli a loro stessi, altri mostrano una nuova faccia che mai avremmo loro attribuito. Se è vero che si deve fare di necessità virtù, nelle situazioni più difficili i protagonisti de Il risveglio degli obliati fanno tesoro di questa massima oppure decidono di stravolgerla, crescendo o regredendo, imboccando sentieri pericolosi e ideologicamente lontani dalla loro indole.

Non mancano anche alcuni colpi di scena, che però non riescono ad essere del tutto efficaci a causa del basso coinvolgimento, sia mentale che emotivo. C’è molta carne al fuoco in questa saga, ma qualcosa della sua struttura e della sua anima ancora non convince e non riesce a trasportare veramente il lettore a Finisterra. La strada che conduce alla sua fine sembra però ancora lunga, quindi non mancheranno le occasioni, per gli autori, di concretizzare il suo potenziale, ancora per gran parte inespresso.

Autore: XomegaP
Titolo: Il risveglio degli obliati
Serie: Finisterra
Editore: Edizioni Domino
Pagine: 352
Prezzo: € 17
Formato: e-book
Anno pubblicazione: 2013

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?