Dopo vari successi internazionali (uno su tutti quello di Haruki Murakami), la letteratura giapponese sta raggiungendo sempre più di frequente gli scaffali delle librerie italiane. Molte case editrici (anche tra le più importanti come Einaudi e Bompiani) hanno in catalogo titoli provenienti dal Sol Levante e non fa eccezione la Jaca Book che lo scorso 15 ottobre ha pubblicato Il proiezionista, romanzo scritto da Abe Kazushige nel 1997.

Kazushige_Proiezionista_cover

Il proiezionista è un’opera dalle molte influenze: in essa troviamo tratti hard-boiled tipici della letteratura anglofona, momenti da romanzo di formazione e sfumature oniriche ispirate ai manga giapponesi. Il protagonista è Onuma, ragazzo dal passato misterioso che lavora in un piccolo cinematografo di Shibuya, quartiere di Tokyo. Onuma cerca una vita tranquilla, ma un incidente improvviso lo catapulterà in un’avventura che lo metterà di fronte a uomini della yakuza, falsi amici e studenti perversi. Un’avventura in cui è difficile distinguere tra realtà e illusione.

Il romanzo è impostato in forma di diario e scritto con periodi molto articolati ma scorrevoli. La personalità di Onuma emerge lentamente dalle annotazioni, pagina dopo pagina, fino a mostrare una complessità affascinante che sorregge da sola tutta la struttura narrativa del romanzo. Le vicende narrate appaiono quasi di contorno, quasi come se fossero un abbellimento secondario che perde importanza se confrontato con l’aura di mistero che trasmette Onuma. Leggendo Il proiezionista si ha l’impressione che lo scopo della lettura non sia scoprire il finale della storia, quanto piuttosto decifrare (o tentare di farlo) la personalità di questo personaggio. Il protagonista è la storia stessa.

Pur affrontando temi molto diversi, il romanzo di Kazushige presenta degli elementi narrativi che ricordano molto Fight Club (pubblicato nel 1996). L’autore nipponico, tuttavia, ha uno stile molto diverso da quello di Palahniuk, preferendo una scrittura più pacata, con un ritmo di narrazione molto calmo. Noioso? No, semplicemente diverso da quello che la cultura anglofona può offrire.

Nota di chiusura dedicata al lavoro svolto dalla Jaca Book. Oltre che una lettura interessante, Il proiezionista è anche un prodotto molto curato sia nell’aspetto grafico che in quello redazionale.

Autore: Abe Kazushige
Titolo: Il proiezionista
Traduttore: Gianluca Coci
Editore: Jaca Book
Data di Pubblicazione: Ottobre 2015
Pagine: 220
Formato: brossura
Data di Pubblicazione: Ottobre 2015

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?