Il lucertolone radioattivo più famoso del cinema sta bussando a casa vostra. Esce oggi la versione home video di Godzilla II: King of the Monsters, film diretto da Michael Dougherty e interpretato da Kyle Chandler, Vera Farmiga, Ken Watanabe e Millie Bobby Brown. Il film è il sequel di Godzilla (2014) ed è il terzo capitolo del MonsterVerse creato dalla Warner Bros.

È difficile capire perché (a distanza di sessantacinque anni dalla sua creazione) Godzilla riesca ancora ad attirare milioni di spettatori, tanto difficile che forse è perfino superfluo chiederselo. Ventinove film giapponesi, un remake americano (quello del 1998) e ora un universo cinematografico tutto poggiato sulle sue spalle squamose: numeri che definiscono una star così famosa da meritarsi una stella nella Hollywood Walk of Fame di Los Angeles.

Il celeberrimo mostro, creato dalle radiazioni nucleari, è il simbolo del lato spettacolare del grande schermo, quello che trasforma un uomo in costume da lucertola che cammina su un plastico di una città in un rettile di oltre trenta metri pronto a distruggere la nostra società. Gli effetti speciali cinematografici hanno raggiunto una qualità tale da restare esterrefatti, ma il sense of wonder che coglie lo spettatore mentre osserva Godzilla minacciare (o difendere) la razza umana è ancora molto difficile da eguagliare. Una verità ben chiara agli sceneggiatori e al regista di questa nuova avventura rettiliana.

Godzilla II: King of the Monsters riprende i fatti narrati dal film del 2014 e mostra una società che, a distanza di cinque anni, deve ancora riaversi dalla scoperta dell’esistenza dei mostri e, soprattutto, dai danni e dalle morti causate durante il loro scontro. L’agenzia cripto-zoologica Monarch ha l’incarico di scovare e monitorare i siti dove tali creature dormono in una stasi più o meno tranquilla, ma i suoi membri discutono animatamente sulle possibili azioni future: i mostri sono una minaccia da eliminare, una risorsa da sfruttare per mantenere l’equilibrio naturale o addirittura la soluzione definitiva ai problemi ecologici creati dall’uomo? Quando la frangia più estremista dell’agenzia prende il sopravvento, l’ultima speranza rimane lui: Godzilla.

Nonostante le buone recensioni avute, Godzilla (2014) è stato criticato per il poco spazio riservato al lucertolone e ai suoi giganteschi avversari. Dougherty ha deciso di porre rimedio trasformando i mostri (o kaijū, come vengono chiamati in giapponese) nei veri protagonisti della sua pellicola. Gli attori hanno il compito di costruire l’esile trama, ma il centro della scena è sempre riservato a Godzilla, Mothra, Rodan e al temibile drago a tre testa, Ghidorah. Per quanto possa sembra azzardata (per non dire di peggio), la scelta funziona e il risultato è un film che attrae lo spettatore e lo trascina fino al combattimento finale.

I puristi del cinema staranno sicuramente storcendo il naso, ma la verità è che se decidi di guardare una pellicola con Godzilla, non ti aspetti una narrazione complessa e dei personaggi approfonditi; no, se guardi un film del genere ti aspetti esattamente quello che Dougherty offre allo spettatore: mostri che combattono tra loro. E in questo caso non rimarrai deluso.

Come detto in apertura, Godzilla II: King of the Monsters è il terzo capitolo del MonsterVerse, un universo cinematografico creato dalla Warner Bros. e incentrato sui mostri più celebri della sua scuderia: Godzilla e King Kong. L’inevitabile scontro tra i due è fissato per il 22 maggio 2020, data di uscita prevista per il quarto e (per ora) ultimo capitolo del progetto, Godzilla vs. Kong. Per aiutarvi ad arrivare preparati all’evento, da oggi potete vedere (o rivedere) Godzilla II: King of the Monsters in DVD, Blu-ray e 4K Ultra HD. Le tre versioni sono arricchite da numerosi contenuti extra che vi aiuteranno ad approfondire le tecniche utilizzate per la creazione degli effetti speciali, e la mitologia dei mostri celata dietro la spettacolare battaglia finale. Immancabili le scene tagliate e un documentario che aiuta a capire il MonsterVerse.

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?