Estate 1937: la famiglia dei Cazalet, come ogni anno, si appresta a trascorrere le vacanze nella casa in campagna nel Sussex nel Sud dell’Inghilterra. Durante il periodo estivo, infatti, il gruppo familiare si riunisce nella dimora dei capostipiti, soprannominati da tutti affettuosamente il Generale e la Duchessa.

anni-leggerezza_cazalet1-light-673x1024È un mondo d’altri tempi, quello dei Cazalet, scandito da rigidi protocolli domestici, un universo dalle forti tinte vittoriane in cui si serve la colazione a letto, e per presenziare a cena è buona forma indossare l’abito da sera. Sotto le inflessibili convenzioni sociali, s’intravedono le dinamiche familiari, i rapporti di coppia e quello tra genitori e figli: Edward che si concede svariate amanti, mentre la moglie, Villy, trascorre un’esistenza noiosa, in cui l’apice della giornata è rappresentato dalla scelta del vestito da indossare per partecipare a qualche evento mondano. Hug che porta ancora addosso gli strascichi della Grande Guerra e non ha idea dei desideri della propria consorte, Sybil. Rupert, che non è riuscito a realizzare il sogno di diventare pittore e, rimasto vedovo, si è risposato con Zoe, un’attrice incapace di gestire una famiglia che non sente sua.

E infine ci sono i nipoti, e probabilmente è proprio a loro che è dedicato il titolo del romanzo, perché gli anni di questi bambini sono davvero leggeri e innocenti, privi di quel peso e di quelle responsabilità tipiche dell’età adulta.

Gli anni della leggerezza, scritto da Elizabeth Jane Howard (Londra 26 marzo 1923 – Bungay 2 gennaio 2004), è il primo libro di una serie, “La saga dei Cazalet”, costituita da altri cinque libri.

L’autrice, una scrittrice britannica che ha scoperto la passione per la scrittura in tarda età, infatti, ha un passato da modella e attrice, è stata portata in Italia da Fazi, che negli ultimi tempi si è lanciata nell’impresa di pubblicare le opere di alcuni autori angloamericani con un profilo notevole, come Hilary Mantel.

La narrazione è corale: la Howard dedica a ognuno dei protagonisti un capitolo diverso e mostra la storia da svariati punti di vista, riuscendo a immedesimarsi senza sforzo in ciascuno di loro senza dare troppo risalto all’uno o all’altro. Grazie a uno stile immediato e diretto anche le descrizioni ricche di particolari non appesantiscono la narrazione, anzi costituiscono un valore aggiunto. Ben fatta anche la ricostruzione storica, soprattutto il modo in cui l’autrice descrive questa famiglia dai forti retaggi vittoriani, che tenta di entrare nell’età moderna – siamo nel 1937, l’anno precedente all’entrata in guerra da parte dell’Inghilterra – non volendo però rinunciare alle tradizioni, agli agi e al benessere economico.

La Howard riesce a regalarci personaggi a tutto tondo, senza mai cadere nello stereotipo: le figure tratteggiate non sono né buone né cattive, bensì hanno i loro pregi e i loro difetti. Lo sguardo dell’autrice è acuto e tagliente, ma anche carico di comprensione per la miseria e l’incanto dell’animo umano. Una bella saga familiare, un ritratto perfetto della famiglia inglese post-vittoriana. Chi ha amato serie televisive come Downton Abbey, non rimarrà deluso dalla lettura di questo libro.

Autore: Elizabeth Jane Howard
Titolo: Gli anni della leggerezza. La saga dei Cazalet. Vol. 1
Traduzione: Francesco M.
Editore: Fazi
Pagine: 606
Prezzo: € 18.50/ Ebook : €12.99
Data di pubblicazione: 2015

the author

Valeria David è nata nel profondo Sud dove vive e lavora. A otto anni le regalano “La Figlia del Capitano” e se ne innamora. Senza fissa dimora, per anni è costretta a girare per lo Stivale finché non decide di stabilirsi, per ragioni che ancora nemmeno lei comprende, nella terra dello Scirocco. Qui si laurea in Legge. Ha da poco tempo rispolverato penna e calamaio e si è rimessa a scrivere.

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?